PROSCIUTTO DI MODENA DOP

Il Prosciutto di Modena è un salume pregiato ottenuto dalla lavorazione e stagionatura delle cosce fresche dei suini.


Caratteristiche del prodotto

PROSCIUTTO DI MODENA DOP Il Prosciutto di Modena, gustosissimo salume di alta qualità, rappresenta uno dei cardini della tradizione gastronomica del suo territorio; si tratta di un prodotto pregiato ottenuto dalla lavorazione e stagionatura delle cosce fresche di suini di razza bianca selezionati e controllati; nati, allevati e macellati nelle seguenti regioni: Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte, Molise, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Friuli Venezia Giulia. I produttori devono attenersi alle regole previste da un rigido disciplinare che, unitamente ai particolari fattori climatici della zona, rendono questo prosciutto un prodotto di ineguagliabile e raffinato sapore, degno delle migliori tavole per la sua morbidezza e fragranza. La forma esteriore del prosciutto è a pera, con l'esclusione del piedino; tale forma è ottenuta rifilando l'eccesso di grasso e asportando parte della cotenna. Il peso non può essere inferiore ai 7 Kg. ed è di norma compreso tra gli 8 e i 10 Kg. Il colore del taglio è rosso vivo ed il sapore è sapido ma non salato, l'aroma di profumo gradevole, dolce ma intenso anche nelle prove dell'ago.


Marchio di tutela

Il marchio di tutela viene inciso a fuoco sulla cotenna del prosciutto. Per consentire la rintracciabilità del prodotto, il numero che contraddistingue ogni azienda produttrice è parte integrante del marchio.


Storia & cultura

Le origini del Prosciutto di Modena risalgono probabilmente all'età del bronzo: furono i Celti, popolo stanziale dedito all'agricoltura, che praticarono per primi la conservazione delle carni con il sale. Con l'esperienza si affermò anche la pratica di ventilare le carni per favorirne la conservazione e migliorarne la qualità. Il nome del prosciutto pare infatti derivare dal latino Prae exustus che significa ben asciutto. I Romani erano soliti imbandire le proprie tavole con prosciutti e insaccati. I soldati romani, inoltre, portavano con sé nelle loro lunghe campagne grandi quantità di carne suina salata e prosciutti che provenivano dalla pianura padana. Fonti autorevoli fanno risalire la lavorazione del prosciutto nell'area di Modena già al tempo degli etruschi. La zona del modenese è da tempo considerata un riferimento per la lavorazione della carne suina proprio grazie all'antica e radicata tradizione salumiera e gastronomica.


Uso in Cucina

Il Prosciutto di Modena, per il suo gusto raffinato, si presta molto bene come antipasto o secondo: può essere servito in un piatto come unico protagonista, o assieme ad altri affettati. E' famosissimo l'abbinamento con il melone, ed ottimo anche quello con i fichi, frutti zuccherini che, per contrasto, ne esaltano il sapore. Il Prosciutto compare anche come indispensabile ingrediente in numerose pietanze: come ripieno nelle paste fresche tradizionali come ad esempio i Tortellini di Modena, o per insaporire le carni bianche. E' quindi particolarmente apprezzato dai cuochi per la sua versatilità e considerato dai nutrizionisti una delle carni più digeribili. Il Prosciutto di Modena rappresenta un alimento bilanciato nell'apporto di grassi e proteine; per il suo contenuto minerale e vitaminico ed il suo limitato contenuto di colesterolo è un alimento ideale nelle diete ipolipidiche se viene asportato il grasso. Il suo elevato contenuto di proteine lo rende ideale nelle diete iperproteiche.


Zona di Produzione

La zona di produzione del Prosciutto di Modena corrisponde alla fascia collinare ed alle valli che si sviluppano attorno al bacino oro-idrografico del fiume Panaro e che partendo dalla fascia pedemontana non supera i 900 metri di altitudine. Le fasi di lavorazione del prosciutto, dalla salagione alla stagionatura completa, hanno luogo in questa zona tipica.


Consorzio dei produttori

Logo Consorzio del Prosciutto di ModenaIl Consorzio del Prosciutto di Modena opera per migliorare l'immagine, la fama e la diffusione del prodotto nel mondo. Svolge una intensa attività di controllo e autoregolamentazione per la salvaguardia delle sue caratteristiche organolettiche e qualitative, necessaria per la tutela del prodotto e la sua espansione in nuovi mercati.

CONSORZIO DEL PROSCIUTTO DI MODENA
Viale Virgilio, 55
41123 MODENA
TEL 059/208661
FAX 059/208660
CELL. 3922112359

http://www.consorzioprosciuttomodena.it/

E-mail: consorzioprosciuttomodena@mo.camcom.it

Elenco produttori

Visualizza l'elenco dei produttori


Itinerario

Le "Strade dei Vini e dei Sapori" rappresentano una serie di itinerari che abbinano il turismo culturale e naturalistico alla degustazione dei piaceri della tavola quali vini e piatti tipici delle zone attraversate. Alle Strade aderiscono aziende agricole e industriali produttrici di prodotti enogastronomici, cantine, enoteche, acetaie, alberghi, ristoranti e agriturismi. Ai turisti sono offerti programmi di visita con degustazione e acquisto di prodotti ma anche partecipazione a feste e sagre locali.

L'area di produzione del Prosciutto di Modena è attraversata dall'itinerario "Città Castelli e Ciliegi".
Altre informazioni turistiche sull'area sono fornite da Promoappennino
Consorzio di promocommercializzazione turistica Valli del Cimone