CONFETTURA DI "AMARENE BRUSCHE DI MODENA - MARENE" IGP

Caratteristica propria della confettura di "Amarene brusche di Modena - Marena" è il sapore asprigno che la distingue nettamente dalle altre confetture. Nonostante l'acidulo, il tasso zuccherino rimane significativo, senza che questo comporti un livello calorico elevato


Caratteristiche del prodotto

CONFETTURA DI "AMARENE BRUSCHE DI MODENA - MARENE" L'amarena (ciliegio acido) è una variante della più conosciuta ciliegia, è una pianta da frutto molto diffusa nel territorio rurale modenese, tradizionalmente presente in pochi esemplari presso i casolari di campagna. Il ciliegio acido appartiene a popolazioni di biotipi identificabili con i gruppi di amarene propriamente dette, oltre che di marasche, visciole e relativi loro incroci (Amarena di Castelvetro, Amarena di Vignola, Marasca di Vigo, Meteor, Montmorency, Pandy). La particolare vocazione cerasicola della zona, la concentrazione della produzione in un arco temporale particolarmente ristretto e la scarsa attitudine del prodotto alla conservazione, hanno favorito lo sviluppo dell'attività di trasformazione delle ciliegie acide (amarene, viscicole, marasche) ed in particolare la produzione di confetture e sciroppi. La confettura di "Amarene brusche di Modena - Marene" è il risultato di pratiche di trasformazione esclusivamente tradizionali, che sono quelle riconducibili alla metodologia della concentrazione per evaporazione termica del frutto, a vaso aperto o sottovuoto.


Marchio di tutela

CONFETTURA DI Sulla Gazzetta Ufficiale Unione Europea del 30/10/2009 è stato pubblicato il regolamento di riconoscimento dell'Indicazione Geografica Protetta "Amarene Brusche di Modena"  Reg. CE n. 1028/2009 29/10/09 - GUCE  L 283/39 30/10/2009


Storia & cultura

La realizzazione della confettura di amarene ha a Modena le sue salde radici in una tradizione secolare, che ha origine almeno nel periodo del Rinascimento. Risale al 1662 una ricetta di confettura di ciliegia acida, nello specifico di visciole, attestata nel libro "L'arte di ben cucinare et istruire" di Bartolomeo Stefani. Degno di nota è anche lo scritto di G. Maioli "Civiltà della tavola a Modena", in considerazione del fatto che, al di là delle apparecchiature impiegate, evidenzia una composizione e una metodica di produzione sostanzialmente molto vicine a quelle attuali. Nell'800, praticamente presso ogni famiglia del modenese, si consolida l'usanza di utilizzare i frutti di ciliegio acido per fare sciroppi, conserve, confetture, budini, torte.


Uso in Cucina

La confettura di amarene può essere gustata al naturale, oppure impiegata per la realizzazione di torte e crostate, è inoltre molto apprezzata sul gelato.


Zona di Produzione

La zona di coltivazione dei frutteti di amarene comprende l'intero territorio della provincia di Modena e l'area amministrativa dei comuni in provincia di Bologna confinanti con la provincia di Modena.


Consorzio dei produttori

CONSORZIO PRODUTTORI DI AMARENE BRUSCHE DI MODENA

c/o Camera di Commercio di Modena

http://www.amarenebruschedimodena.it/

Elenco produttori