SFOGLIATA DI FINALE EMILIA (Torta degli Ebrei)

La Tib¨ia Ŕ una sorta di "torta grassa" composta da vari strati sovrapposti di un impasto a base di farina, acqua, sale, arricchito con strutto di maiale, Parmigiano-Reggiano e burro.


Caratteristiche del prodotto

Sfogliata di Finale Emilia

La Sfogliata di Finale Emilia - detta anche Torta degli Ebrei o in dialetto Tib¨ia - Ŕ un prodotto esclusivamente artigianale che nasce nella prima metÓ del '600 all'interno della comunitÓ ebraica di Finale Emilia e giunge fino a noi in una versione rivisitata che viene fatta risalire al 1860 circa.

La torta degli Ebrei Ŕ una sorta di "torta grassa" composta da vari strati sovrapposti di un impasto a base di farina, acqua, sale, arricchito con strutto di maiale, Parmigiano-Reggiano e burro, che secondo la tradizione, viene consumata nella stagione fredda a partire dal 2 novembre e per tutto l'inverno, servita calda e accompagnata da un bicchierino di anicione.


Marchio di tutela

Logo Marchio Sfogliata di Finale Emilia

Il marchio collettivo "Tradizione e Sapori di Modena" Ŕ finalizzato alla tutela delle tipicitÓ agroalimentari modenesi.

Il marchio Ŕ di proprietÓ della Camera di Commercio di Modena, che sorveglia sul corretto uso dello stesso direttamente o avvalendosi delle verifiche di un Organismo di controllo terzo e indipendente.

Per maggiori informazioni: http://www.sfogliatadifinaleemilia.it/


Storia & cultura

Finale Emilia ha sempre avuto un rapporto particolare con la ComunitÓ ebraica, di cui troviamo tracce anche nella tradizione culinaria locale; testimonianza ne Ŕ la "Sfogliata di Finale Emilia" chiamata anche "torta degli ebrei" o "tibuia" in dialetto, una focaccia di chiara estrazione medio-orientale assimilabile al "burek". La sua storia Ŕ molto antica e si confonde con la leggenda, nata all'interno della comunitÓ ebraica finalese della quale era il vanto gastronomico. Secondo gli storici, viene introdotta a Finale Emilia dalla famiglia ebraica dei Belgradi a partire dalla prima metÓ del Ĺ600, ma la storia recente attribuisce a Giuseppe Maria Alfonso Alinori la divulgazione della ricetta, per vendicarsi del duro ostracismo a cui fu sottoposto dalla comunitÓ ebraica di cui faceva parte, a seguito della sua conversione al cristianesimo. Il legame dei finalesi con la Sfogliata di Finale Emilia Ŕ rimarcato anche dalla dedica a questo piatto di un poemetto dialettale firmato da "Pirin dal Final" pseudonimo di Piero Gigli.


Uso in Cucina

Tradizione vuole che venga consumata nella stagione fredda a partire dal 2 novembre (giorno dei morti) e per tutto l'inverno, servita calda e accompagnata da un bicchierino di anicione, liquore tipico locale a base di anice.


Zona di Produzione

Sfogliata di Finale Emilia [+] Clicca per ingrandire

La zona di produzione della Sfogliata di Finale Emilia (Torta degli Ebrei) Ŕ rappresentata dal territorio del comune di Finale Emilia.


Elenco produttori

Gli elementi che comprovano la tracciabilitÓ del prodotto sono costituiti dall'iscrizione dei produttori e confezionatori in apposito elenco tenuto ed aggiornato dall'organismo di controllo individuato dalla Camera di Commercio.


Manifestazioni & eventi

Festa della Sfogliata - Finale Emilia
8 Dicembre 2013

Itinerario

In Finale Emilia non c'Ŕ forno, ristorante, gastronomia o pasticceria che non produca la torta degli ebrei.